Gitbaritalian
developer
podcast
37

Intelligenza artificiale e machine learning con Roberto Marmo

Serie 1
Episodio 37
Durata 53 minuti

La programmazione di sistemi di intelligenza artificiale sta prendendo sempre più piede, ne abbiamo parlato con un esperto. Roberto Marmo professore a contratto di informatica dell'Università di Pavia e autore del libro "Algoritmi per l'Intelligenza Artificiale" editore Hoepli.

Links

Riferimenti interessanti

Nick Bostrom Superintelligenza. Tendenze, pericoli, strategie Bollati Boringhieri

Max Tegmark Vita 3.0. Essere umani nell'era dell'intelligenza artificiale Cortina Raffaello

utile bibliografia qui https://www.linkedin.com/pulse/alcuni-libri-sulla-data-science-da-leggere-davide-camera/

Contatti

@brainrepo su twitter o via mail a info@gitbar.it

Crediti

Le sigle sono state prodotte da MondoComputazionale Le musiche da Blan Kytt - RSPN e Broke For Free - Something Elated

Trascrizione

Trascrizione automatica realizzata con servizi Amazon AWS Transcribe

benvenuti sudditi bar, il podcast dedicato al mondo dei fools developer in mezzo artigiani, mezzo artisti che un giorno infilavano le mani nel fango per creare nel modo più efficiente possibile quei prodotti digitali che quotidianamente usiamo.
Tu bene, benvenuti in un nuovo episodio di bar ormai l'estate è finita, eppure noi siamo ancora qua, finalmente siamo ritornati ad avere il nostro set-up standard.
Quindi claudio non farà poi così schifo come claudio che ho registrato in sardegna e anche oggi abbiamo un ospite pero' non voglio farmi prendere dalla fretta e come ogni puntata vi devo ricordare i nostri contatti.
Potete scrivermi a via email oppure al bere il repo su twitter mi raccomando, conoscete ormai a memoria il nostro sito www bar punto it dove trovate tutte le note degli episodi con tutti gli episodi, ascoltare quanto ci fermiamo un secondo e poi gli ospiti vi introduco.
Il nostro ospite è arrivato.
Eccoci qua, allora davanti a me in questa connessione digitale abbiamo Roberto Marmo, Roberto Marmo che ho ricevuto come suggerimento da Luca quando ho iniziato a parlargli di intelligenza artificiale e di applicazione pratica di intelligenza artificiale.
Ma fatto il suo nome ha avuto modo di scambiare due informazioni ed eccolo qua ai nostri microfoni.
Ma chi è Roberto Marmo? È senza dubbio da molti anni interessato agli algoritmi per analizzare dati con l'intelligenza artificiale.
Ha pubblicato a maggio un libro chiamato Algoritmi per l'intelligenza artificiale, neanche professore a contratto di professore di informatica a contratto presso l'università di Pavia.
Ciao Roberto, buonasera buonasera ciao ciao, piacere di incontrarti.
Dimenticavo anche che hai un blog mia punto it, giusto? Se simcoe cercato roberto mamma su tutti i social network e non le trovate in abbondanza tener presente che nelle note dell'episodio mettero' tutti i link su come e insomma come andare a ricercare un po' di informazioni su di te.
Ti faccio subito una domanda a bruciapelo perche' vi sto anche questa un questo pomeriggio.
Questa sera vogliamo parlare di intelligenza artificiale? La prima domanda è cosa sono i dati medici? Distingue anzitutto tra dato informazioni che sono concetti ben distinti per farti un esempio quanto giudici cinquantatre anni cinquantatré è dato puro al fatto che non dice niente anni e quello che ti aiuta a capire il dato diventa quindi l'informazione.
Dobbiamo ricordarci sempre che il computer elaborano dati per loro non cinquantatreenne numero come l'altro siamo noi esseri umani con intelligenza che trasformiamo, dato e diamo il significato i nostri obiettivi.
Per cui quando volevano intelligenza artificiale ricordiamo sempre che comunque noi siamo computer tradizionali che elaborano numeri siamo noi.
Dopo interpretare il risultato di questa elaborazione di Lea, guarda quant'è stato bravo e sembra quasi un uomo che ragiona.
Quindi buona parte del lavoro è dato come dici dalla nostra interpretazione no dell'informazione guarda i particolari dei progetti intelligenza artificiale che sai che seguo io ottanta per cento grandi quantità di tempo dedicato soltanto la pulizia dei dati a trovare i dati.
Ma trovare noi mettendo il problema su internet oggi si trova di tutto in dati si possono trovare, ma il problema e' pulirli, farle diventare informazione utile da elaborare.
E' li' nel ruolo del romano è ancora molto, molto forte.
Come si sviluppa la fase di pulizia del dato? Innanzitutto devo partire da decidere se vogliamo usare intelligenza artificiale perché ci veramente utile, perché ne abbiamo veramente bisogno o se soltanto usarlo perché magari l'etichetta che ci fa comodo.
Se decidiamo di un'intelligenza artificiale perché ci realmente utile lo facciamo perché non abbiamo altre soluzioni.
Sono programmi molto complicati e quindi abbiamo dei dati molto complicati.
Posso dire per esempio immagini audio, i testi che di vita sono più difficile elaborare.
Lo siamo l'intelligenza artificiale, ma la prima fase l'obiettivo dove voglia andare a parare.
In base a quello scelgo il tipo di dato e che polizia fare.
Per esempio delle immagini si sono messe a fuoco, fuoco, fuoco, se magari sei delle luci, troppa luce, contrasti e così via.
Oggi abbiamo tonnellate di immagini perché facciamo facilmente però un'immagine presa adeguata avvicina di particolari criteri.
Se pensate soltanto se Di Maio occasione studiare l'intelligenza artificiale di Google per elaborare le immagini e Peter fuori l'idea da Scalia ha bisogno di caratteristiche, visite particolari, contrasti adeguati, eccetera.
Che quindi aveva la prima fase.
Quindi filtrare, togliere di mezzo quello che non ci serve.
Magre che ricordiamo sempre l'assunto di base che sembra spazzatura in qualsiasi sistema, anche intelligente.
Esce comunque spazzatura e questi dati che mettiamo dentro sono sporchi.
Anche risultato verrà fuori sporco selezione delle esigenze artificiale comprende quello che fai un solo esecutore, un obbediente molto veloce, ma non ha che non comprende quello che sta facendo.
Intelligenza artificiale Hai introdotto il concetto di intelligenza artificiale? In realtà spesso sentiamo parlare di intelligenza artificiale, ma di planning, spesso anche impropriamente.
Qual è la differenza che dobbiamo avere ben chiaro in mente? Tra questi tre concetti, quindi intelligenza artificiale, mascelle, inning e deep learning.
Bisogna fare un po' di chiarezza.
Perché in effetti a volte se si usa questa etichetta per lealtà, per realizzare delle cose molto semplici, innanzitutto un grande contenitore di tante tecnologie, quelle che prima sono soltanto alcune.
Diciamo che come delle ce la intendiamo qualcosa il cui comportamento è simile a quello di un essere umano.
Per dire un software che vede un'immagine capisce quali oggetti ci sono all'interno oppure il software che ascolta la radio e dite a scrive il contenuto, quindi sembrano compiti che un essere umano riesce a fare in maniera intelligente.
Poi intelligenza artificiale come definizione nasce molto tempo a fare mille centocinquanta sei non conferenza americana da marzo.
Amarti mischia quindi di tecnologia che non è certo nata oggi, ma ma il suo passato diciamo che lo possa valere ufficiale quanto quello che noi otteniamo è talmente sofisticato è complicato da sembrare essere prodotto quasi dietro ci fosse un uomo un'intelligenza umana tant'è che primo testo è stato creato da negli anni quaranta lui diceva che le metteva un computer e una persona nascosta in delle stanze.
Tu non sai con chi è che a parlare.
Se dico computer, se parli con l'uomo scrivi testi, dialoghi con lui e alla fine devi dire se parlo dopo l'uomo si è parlato col computer.
Se non riuscite a capire la differenza tra i due uomo-computer nelle risposte che ti davano a loro dire che computer si comporta come un essere umano, ecco, la rinasce potuti concedere intelligenza artificiale che naturalmente molto affascinante, che ci porterebbe un giorno a creare un nuovo cervello.
Quindi, insomma anche implicazioni filosofiche molto avanzate.
Adesso siamo ancora molto, molto, molto lontano.
Poi nell'intelligenza artificiale abbiamo tantissime tecnologie, abbiamo come apprendimento automatico, algoritmi genetici, parlando genetiche in questo periodo logica, fazi ed ignorali e tanti, tanti altri argomenti.
Diciamo che è quello che più famoso adesso il mach, ovvero l'apprendimento automatico di pensare al computer come un bambino che nasce senza conoscere niente, va a scuola e l'insegnante che lo istruisce e alla fine quel bambino studia, fai superi gli esami e poi diventa bravo, quindi va a lavorare e quindi apprendimento automatico ad un apprendimento di una macchina che all'inizio non sa fare niente, mi l'istruttore esterno, insegna tutto quello che serve te e poi dopo gli chiedendo talmente bravo che lo puoi mettere a lavorare ed e' andato famoso perché è molto, molto elastico.
Facciamo un esempio così è più facile da capire quando fai la somma di due numeri due più tre è uguale.
Cinque.
Tu hai la formula matematica per fare l'addizione due più tre è uguale cinque quindi con la formula matematica e l'algoritmo che ti segue il calcolo fuori risultato cileni che tu non sai il concetto di addizione dai l'input due e tre e cinque e poi i matrimoni in quattro e una cinque.
Quindi dai tantissimi input e tantissimi collegati.
Lui vede l'input, capisce la struttura che ci sotto capisce come generale, per cui diventa molto facile quando tu hai tantissimi input ma non hai la formula il metodo per elaborarli e però sai che tipo di autobus ti aspetti ecco che si parla di apprendimento.
Riguarda i dati guarda i dati perche' per computer sono parlando di dati.
Comunque noi poi diamo il senso dell'informazione guarda, guarda crea dei ponti tra imputati e questi bei ponti che crea in automatico in questi e noi non dobbiamo fare niente se non aspettare che lui studia i dati e poi quindi crea questi collegamenti.
Ti faccio una domanda questa non vuole, non vuole essere un gioco di parole, però ho paura che facilmente lo puo' diventare se noi in termini di abbiamo solo due elementi non tutto tutto il resto quello che ci sta in mezzo e l'algoritmo giusto il comportamento del no però non possiamo e prevederlo dico bene? Diciamo per ma si può fare senza che l'algoritmo sappiamo solo noi che diciamo che tipo di algoritmo sare l'evoluzione è più difficile da controllare per questa macchina si evolve da sole se modifica all'interno da sola però siamo noi che comunque quando qualche linea guida che la possiamo dare.
Certo oggi sono arrivate macchine che hanno queste condizioni generali che si ispira al funzionamento l'errore del cervello umano, avendo certo macchine con centosettanta milioni miliardi di parametri e così via diventera' sempre piu' complicato capire come loro si evolvono.
È qui che potrei parlare di macchine che servono a tal punto da poter sfuggire al controllo, ma per gli altri come terminator e così via sono state tranquilli che ci riguardano moltissimo tempo.
Pensiamo piuttosto usarli per risolvere i nostri piccoli problemi di calcolo quotidiano.
Quindi per ora siamo ancora al sicuro dall'attacco dei filoni.
No, non aveva a che fare adesso quella che anche usarlo.
Vedi nell'ambito dello sviluppo del software per le piccole prede per risolvere problemi che finora ci sono sembrati complicati.
Ma usando questi strumenti posso diventare molto facile da risolvere.
Pensiamo ad aver deluso per migliorare la nostra vita quotidiana.
Più che pensare adesso ha grandi sogni.
Ti faccio una domanda.
Spesso ritorna nelle discussioni? No? E' un concetto di intelligenza artificiale supervisionata e non supervisionata.
Penso che ci siamo passati non di striscio prima, quando parlavi di un ascensore.
King, qual è proprio la differenza tra questi due concetti? Ti Se esistono degli algoritmi che ti portano in un contesto supervisionato, no? E quali sono le caratteristiche? Gli i margini operativi che abbiamo in questi due contesti? Beh, questi sono quelle forme di apprendimento che c'e' mai discusso prima.
Ovvero se la mia il sistema deve imparare il sistema, impara con l'apprendimento supervisionato.
Se cioè, il Maestro immagina quando andavamo a scuola dei bambini.
Onestà docente In qualunque caso voleva di supervisione di qualcuno che ci insegna qualcosa.
Però pensa invece la pressione autodidatta che studia da sola la persona autodidatta che studia da sola quella apprendimento non supervisionato.
Quindi l'algoritmo fa da solo, impara da solo.
Non ce nessuno che lo sorveglia e può andare bene, ma può andare male.
E quindi si tratta di alta categoria.
Diciamo che apprendimento supervisionato lo usi quando ci sono problemi di classificazione.
Tu sai l'informazione in quella classe deve andare uomo, donna, bello, brutto un'immagine e così via.
E quindi è un problema dei dati? Vuol dire a quale classe appartengono questi dati.
E tu sai quale classe ci sono? Quindici quelli che ci sono.
L'apprendimento non supervisionato invece quando tu neanche sai le classi immaginate i clienti di il tuo sito web al X e così via.
E tu non sa neanche che sono i tuoi clienti.
Sono giovani anni dietro alla presidenza e così via.
Quindi anche quelle classi.
Dividere i tuoi clienti era la politica non supervisionato.
Lui studia da solo, e' fuori le classi suddividete utenti.
Quindi praticamente non abbiamo un controllo su quello che è il comportamento interno, ma abbiamo No, certo è che è molto più complicato e che puo' andare a finire male può darti risposta sbagliata e poi di modelli matematici per studiarli.
Ma comunque oggi è soluzione, si trova.
Volevo proprio arrivare la' nelle noi siamo fu stack developer, non come commetti anticipavano trasmissione.
Quindi ci occupiamo di scrivere dei programmi dove possiamo in qualche modo cercare di controllare al massimo il caso di fallimento.
Utilizziamo per esempio le suite di test automatici, no, e quindi mettiamo in esecuzione il nostro codice nei test e vediamo se si comporta come stabilito nel contesto invece artificiale.
E Delmar inning.
Esiste un concetto di test? Se si, come lo possiamo fare? Come si applica, come si mette in piedi? Ah, ci sono tante tecniche per misurare quello che sta succedendo.
Certo, in alcuni modelli di pecora sotto prendi il concetto di rete neurale, quello che si spera che romano dove dentro centocinquantamila parametri.
Anzi, arriviamo addirittura quel caso di quelle reti più modelli tre.
Li abbiamo milioni di parametri, un po' più complicato.
Però abbiamo delle tecniche statistiche per capire se la rete sta andando nella direzione giusta.
Sta prendendo bene o si sta prendendo male, quindi meno possibilita' di capire quello che succede, di dare un voto per dire fare di questa soluzione ci serve oppure dobbiamo buttare via.
Abbiamo tutto previsto.
Come? Queste tecniche sono studiate dagli anni cinquanta, quindi hanno la loro maturità, quindi non sono più degli oracoli misteriosi.
Quindi comunque esistono delle procedure.
Se sì, abbiamo membri di anche gli ambienti di test per verificare se il generale o luogo di trovarlo, che sia li' andando alla direzione che vogliamo.
Quello certo è più lungo e più faticoso.
Bisogna studiare anche lì i dati giusti.
Per esempio un trucco di alex si fa una tecnica ideale per un trucco.
Io insegno lo studente hammond, sommare il due piu' tre fa cinque, magari per evitare che poi l'algoritmo impara solo a calcolare.
Cinque io il cambio completamente limbo ti do dieci e uno, quindi tendiamo a dare input output che la rete è un modello matematico, quello che sia non l'ha mai visto prima, ma quando lo fa l'esame certo quello fareste una scuola, studiavi certi esercizi, poi docente di Dave, esercizi simili, ma comunque il contenuto leggermente diverso e da li vedevi come andava.
Ecco che si fa il paragone come come noi abbiamo studiato nei vari percorsi di formazione e quello che sia lo stesso modo con l'intelligenza artificiale nasce dal signor viene istruito fino a diventare operativa.
Correggimi se sbaglio, Roberto anche il contesto nel quale dividiamo, che ne sono in due, il nostro dataset.
Facciamo il training del modello con uno e poi verifichiamo con l'altra parte del modello.
Se la predizione corretta questo potrebbe essere un modo per testare il nostro sistema.
Giusto? L'affidabilità? Sì, ma addirittura noi abbiamo le tecniche che usiamo intelligenza artificiale, soprattutto Valeria.
Siamo tre test il training, quello con cui impara la rete neurale, per esempio.
Ma poi può essere sempre semplifichiamo parlando dei generali ispirata non faceva romano per una ragazza troppo, aveva ripetuto va in training set con cui a destra, in rete neurale.
Quindi la rete neurale studia i dati e cerca di capire quello che succede.
Abbiamo la prima forma di validation sette.
Si chiama sette di validazione, che serve per evitare che la rete neurale impara a memoria quei dati.
Ma non capisce il significato? No.
Quando a scuola la maestra diceva è studiato a memoria, la formula i numeri ma non hai capito niente di quello che hai studiato.
E poi certezza teste schema attesa sette che l'esame finale che poi decide se buttare tutto può andare avanti e quindi abbiamo che sono settanta percento dite addestramento trading, quindici percento di validazione, quindi facendo dei test di tecniche.
E ne abbiamo tante, però un certo del tempo perché ci a fare prove contro prova a cambiare i dati verificabili.
Quel bilanciamento è un processo lungo.
Tu hai pubblicato a maggio, come dicevo, nell'introduzione, un libro che si intitola Algoritmi per l'intelligenza artificiale.
Qual è dal tuo punto di vista per l'intelligenza artificiale più interessante e più affascinante che hai? Hai analizzato e studiato a Io ho sempre studiato in particolare le reti neurali.
Ho fatto un esame di filosofia della scienza cognitiva, fossero pochi siti informatici.
Avete fatto un esame di filosofia all'università.
Ho avuto anche la fortuna di avere dei maestri a Salerno che si occupano intelligenza artificiale e messo è stato Eduardo Caianiello che si tengono dei fondatori italiani della teoria della vittima.
Va li' quindi elettorale sia stato il mio strumento preferito.
Naturalmente non ha detto che vada sempre bene.
Le tirali porta di King tutte queste parole ulteriori adesso dipende dal problema.
A volte sono troppo con lui pesanti per risolvere problemi di semplici.
Però quello strumento che il quale sembra generale, con tantissime e-mail centinaia di migliaia di parametri che quello che adesso bevevo e mi permette di usa facebook google viene usato in tanti contesti per avere degli ottimi risultati perché si soprattutto sulle immagini, anche sulla generazione dei testi, ultimamente con quel tre che magari qualcuno ha sentito pronunciare questo periodo esatto.
Infatti arriviamo un attimo alla gp di tre di open e ai è uscito in grande spolvero come concetto abbiamo visto anche dei test su youtube.
Io devo ammettere che ho richiesto l'accesso alle piazze sviluppo attore non l'ho ancora.
Ricevuto forse perchè anch'io vale invece sono ancora un po' di grazia.
Perché anch'io adesso va bene la mano? Sì, credo di sì.
Però non lo abbiamo visto dei test penso che li abbiano visti tutti e in alcuni casi sono dei test che sembrano stupefacenti.
Non viene sola generazione dell'applicazione act direttamente con le indicazioni oppure la generazione di testo che sembra scritto dall'uomo.
Come vedi questo questo questo l'introduzione di questo nuovo modello se sbagli si chiama da vinci una s' con non so quanti miliardi di parametri come lo vedi nel contesto dell'intelligenza artificiale.
Pensi che sia una trovata di marketing pressi.
Pensi che abbia uno spazio reale nel contesto che uno dei progressi più recenti che questo realmente dato da poco dell'intelligenza artificiale? La generazione dei dati finora sembra pensato ad analizzare dati esistenti, tira fuori delle conclusioni.
Adesso volete ignorare di planning generativo quelle teste? Ma anche Ganna dei generali generative modelle ama dell'avversaria del possiamo discutere.
Si passa invece la generazione di dati nuovi come tremende mai visti prima, per cui questo è sicuramente un progresso di recente molto importante nel generare informazioni.
Però adesso siamo ancora agli albori, per cui questo genere, questo modello qui visto belle cose, ma magari doveva viste realtà, come dicevo prima, anche tutti i test falliti, tutti i casi di fallimento e così via.
E poi terremo conto comunque che di base e' un concetto che dicevo prima se entra spazzatura esce spazzatura, nel senso che comunque la qualità dei dati che devo entrare li' dentro dei testi che devono entrare lì dentro.
È molto importante che questi modelli non capiscono il concetto che centra il testo, non solo cercare delle strutture e delle forme di correrebbe dei testi che tu hai scelto, guidato dentro il risultato in salute e comunque sempre delegato alle non è casa vendere nulla di particolarmente nuovo.
Se tu sbagli ad aghi imputando dallo male questo non è che possono fare comunque i miracoli per cui testi poi dopo falla con errori di scrittura o comunque non sono particolarmente utile.
Ci sono tanti e l'entusiasmo di chi? Magari gente che beh, le prime volte questi risultati dice che arriva di nuovo scrittore, però in realtà c'è ancora tanto da fare, non toglie che in qualche caso particolare sono utili.
Se tu pensi ad una tabella di dati, per esempio che tu entri sotto il sito web, questi sistemi qua magari possono leggere la tabella dati dietro il dato incrementato da toto diminuito rispetto a toto, quindi magari delle frasi testarda delle letture di contesti particolari posso essere utili, ma da lì a pensare che si possa egli crea contenuti.
Può comunque dormire tranquilla.
Assolutamente sì, ti faccio una domanda, anzi faccio una considerazione prima ma a proposito delle tabelle dati che diceva mi è sembrato di leggere nella rete che in realtà proprio nel testo di completamento della tabella dati di gp di tre c' era un problema? No in merito alla se non sbaglio la popolazione della lasco di uno stato in particolare perché si lui prevedeva e auto completava la tabella inserendo i dati all'inserimento del nome dello stato.
Però i dati erano sbagliati, quindi in realtà anche la e' uscita la discussione su twitter che ho seguito però secondo me la particolarità di gp di tre e una roberto ti dico ti dico quella che è la mia opinione da fu stack developer è appunto l'apertura delle sviluppo attore e spesso il mondo artificiale del è sempre visto con un certo fascino anche spropositato, ma anche molto lontano dalla introduzione nelle nostre applicazioni, se non in contesti come quello di amazon o di google dovrai quelle soluzioni già pronte da utilizzare per casi specifici.
Quindi secondo me molto del fascino nel mondo deve degli sviluppatori che sono quelli che sono andati in brodo di giuggiole, non quando hanno visto la presentazione del gp di tre.
Sta nel fatto appunto.
Che stai dicendo agli sviluppatori? E il caro sviluppatore io ti do questo set di che tradotto in italiano vuol dire io ti libero di tutti i mal di testa, ti libero della del bisogno di avere degli esperti di nel tuo team di esperti come Roberto che ti possono esprimere.
Tu hai una roba già pronta autore box per fare tutta una serie di operazioni che sono tantissime, molto diverse tra di loro e quindi dal mio punto di vista questo ha catturato l'attenzione degli sviluppatori e ha creato poi questo hai attorno a questo progetto.
Questo è sicuramente vero, perché l'economia delle piaghe è stato uno dei progressi notevoli in questo periodo, mentre prima queste vittime non erano riservati a persone del settore molto tecniche, grandi specializzazioni e così via.
Questa permesso sicuramente l'apertura di massa a tutti quanti, però comunque sia e ricordiamo sempre che sono degli strumenti come sapeva usare un cacciavite lei prima pensare quale cacciavite usarlo, come usarlo, quando sarà e così via dopo poi lo vai ad usare questo non vorrei facilitasse troppo a scaricarsi responsabilità dopo sulle piazze e così via.
Perché ci vuole sempre un pensiero dietro quando guardano ufficiale ancora di più che ti permette di scegliere quali sarei questo sale, usarli e così via.
Certo, ti facilita il lavoro, perché non scrivere tonnellate di righe e tutto il resto? Ma vorrei dopo scaricasse appunto troppo la responsabilità.
Tutto sulla sua funzione chiamato che una si critica comunque indietro di quello che si vuol fare arrestare.
Poi certo, la comodità perché hanno dei più fatti mille interfacce librerie.
Sicuramente.
Anche perché è un esempio molto semplice è quello della del podcast è di bar.
Noi nel nostro sito utilizziamo il sistema di e di voce text, voi no di che è anche quello è una soluzione già bella pronta.
Utilizza immagino il in sento il conflitto nucleare riconosce la vocale.
Però mi sono reso conto poi utilizzando la tutti i giorni che in realtà va bene.
Ma una soluzione così generica spesso non riesce a darti dei risultati sperati.
Per esempio che si va qual e' vero? Anche se secondo gli obiettivi che tu hai per capire se spesso capita che paga il dieci per cento chili, soluzione particolare che tu specifica per te tutto quando non va bene.
Quindi faccio sì, noi abbiamo un problema, per esempio di dizionario dizionario che usiamo qui barra è molto spesso molto diverso dal dizionario italiano di del servizio trans di di amazon.
Quindi questo è una una delle situazioni per le quali dici sì, va bene, okay, forse questa soluzione non fa per me vero è anche che Amazon ti permette di configurare parte dizionario.
No, però comunque le soluzioni già pronte auto box forse io non sono, non per questo tipo molto particolare di di di, di ambiti.
Forse non sono non sono le soluzioni migliori.
Ti faccio una domanda dalla tua esperienza ad oggi quali sono gli ambiti nel mondo? Che ne so dello sviluppo? In genere non immagina dello sviluppo web dove pensi sia più interessante intelligente utilizzare l'intelligenza artificiale quando dico intelligente utilizzare questa questa questo giro di parole volutamente inserito.
Ma io lo vedrei anche nella fase di testing, per esempio di fare tutte le possibili test su quello che possa essere vedergli trovare gli errori e così via.
Potrebbe essere parli solo di sviluppo codice.
Io vedrei nella fase di test e bende e magari anche qualche sistema che invece radioattiva, che si adatta lo stile di scrittura dello sviluppatore in modo che cerca di capire i suoi tipici errori e quindi sapeva che bene o male sviluppatore fa sempre quegli errori.
Allora automaticamente deve andare a fare il bagno per togliere di mezzo gli errori siamo io vedete, Sai che ho beccato proprio un tool che fa qualcosa di simile.
In realtà ananas.
Hanno analizzato parte della open source che sta su GitHub Hetty, e suggeriscono il il codice da scrivere, redatto un inizio di diga che scrivi tu siamo a Rodotà.
Questo questo questo lo uso.
E devo dire che per linguaggi erbosi è davvero fantastico, perché in realtà magari si è andato a leggere Lele, la documentazione della libreria e te adatto.
Già, la Giava, che altrimenti avresti dovuto scrivere a manina.
Sì, perché diciamo che se c' è uno schema di comportamento abbastanza tipico e frequente, un algoritmo di intelligenza artificiale può prendere questo schema di comportamento a seguirlo e magari fare il passo, stimare il passo successivo prima ancora che la persona lo fa.
Come dire, come noi possiamo usare se lo usi per la profilazione degli utenti, perché vedi come presso la compra sul coma, se puoi immaginare quale sara' il suo prodotto che compra.
Ma lo stesso modulo può rivolgere anche verso la persona che scrive dei testi codice e così via, e cominciare a vedere.
Ma la mamma come cominciare a scrivere vedendo che scrive sempre in quel modo con le strutture e così via? Magari pensi che l'errore sono sempre quelli o magari aiuti sta dentro il sistema ti aiuta dicendo so che usi sempre questa libreria in quando scrivi queste parole automaticamente, ti propongo alle librerie rosa, le eccetera eccetera.
Sembra comunque come supporto alla persona per aiutarlo a risolvere i problemi.
Non parliamo solo del mandato, la media dei programmatori guidata da sostituire con intelligenza artificiale e così via che non è il caso esatto, non ci magari ci evita di fare quei quei lavori manuali che in realtà possono essere di prima.
Ma anche se ci sono delle attività di ripetitive ben definite, allora quelli si possono realizzare.
Magari rispondevi, penso me, ma non ha classe creativa.
Appunto che allo sviluppatore Hammond.
E quella è ancora ben lontana.
Anche perché dovremmo capire che cosa, visto che è una parte del nostro lavoro, è dato da e ti faccio un'altra un'altra domanda.
In realtà quando si parla di neuro network si pensa a un concetto super moderno all'avanguardia il futuro.
Ma in breve trasmissione mi dicevi che le basi delle reti neurali risalgono a tanti anni fa, giusto? Parlavi di un libro? No, quella quella e', sicuramente vero, nel senso che i primi modelli tradizionali, anche quelli risaliamo all'epoca della seconda guerra mondiale quando si cercava di te, alan turing e così via e poi dopodiche' negli anni cinquanta e sessanta un mccullough che va bene se non diamo i dettagli, poi se alcuno li vuole che le fornisco.
Ma prima di roba degli anni cinquanta, centocinquanta anni sessanta in cui per esempio anche quel dio che scivoli, Edoardo caianiello italiano, ha avuto delle idee sul matematiche per riprodurre il comportamento del neurone biologico.
Però se guardiamo in errore biologico per quanto è complicato, vediamo una formula matematica che tradizione una moltiplicazione, una funzione.
Vediamo quando siamo ancora lontani, però comunque oggi con anche con qualche neroni possiamo realizzare una piccola ritiro.
La lega magari ci riconosce delle immagini che magari ci dice utenti in quella classe e sistemarlo, quindi prendiamo quello che ci è di buono nel nostro cervello, come i nostri neuroni che abbiamo all'interno.
Vediamo un po' come riprodurli e parlare della situazione di calcolo che altrimenti amano non ci saremmo mai arrivati scrivendole il codice normale, quella portata del legno al netto di piselli guardiamo migliaia, migliaia di neuroni e oggi basta chiamare la libreria come terzo e altre per comunque avere appunto questa prima creare verrete in pochi passi esatti avesse Roberto ci ha appena condotto nel paese dei balocchi e vado al paese aveva infatti ti volevo chiedere nella cassetta degli attrezzi di una data analista.
Quali sono gli strumenti che troviamo? I miei strumenti sono principalmente i tre tipi, diciamo quello di chi diceva l'input per le pulizie, quindi anche su mezzi di visualizzazione.
Anche librerie sono ottimi servizi web, visualizzazione dati per capire cosa buttare, cosa tenere e così via.
Poi abbiamo quelle famose librerie darcy e poi abbiamo anche tante belle librerie di visualizzazione chiuso tantissimo di tre jas e così via per creare grafici e quindi verremo librerie per pulire i dati, per analizzare i dati, librerie per avanzare la e quindi dei nomi, dei tantissimi libri e praticamente linguaggi che vogliamo.
Quindi io non mi fiderei al linguaggio, la conosco già la bella cavatela, trovo lo una libreria, volendo che brevi in assemblea per fare il finale.
Quindi aiuto, come dicevamo prima e prima di esprimere il terrore e l'ho fatto con vesciche come sessantaquattro anni novecento fino agli anni ottanta, quindi fronte librerie, signor certamente studiarle, scegliere.
Ma oggi quello ostacolo finora però mi è sembrato di vedere, diciamo autoriali quick start che, diciamo i linguaggi più utilizzati sono comunque Brighton è troppo per me seveso, linguaggi che nascono con la loro base di analisi statistica per cui sono sono comodi.
Ecco, anche matty va be' per dire sono comodi sicuramente per questo caso però se uno volendo non ci ha problemi a qualsiasi libreria quasi anni dai ti posso dare lewis delegato sara'.
Poi certo, ci sono quelli più o meno comodi, più o meno facili e in ambito esempio, visto che utilizzano tantissimo scala per fare questo tipo di essere la voce, anche ex parte tutte le succede.
Esatto.
Infatti ce n'e' sparsa in un mondo di grandi dimensioni dei dati che poi, dopo milioni di dati e così via.
Ma quello che vedo non credo sia un buon metodo di studio, può facilmente aggiornarsi.
Però se tu non sai la differenza tra una rete neurale in generale, dobbiamo accendere i btp oncologica.
Fazio algoritmo genetico tutti.
Deve essere utile buttarsi sulla libreria che butta fare rete neurale senza sulla modalità di pensiero, a priori subito e chiunque sia, sono attività che consumano molto tempo e il tempo non si può consumare.
Buttali via in esperimenti.
Così è arrivato Larry e non le faccio una domanda.
Oggi ci troviamo davanti a tutta una serie di framework.
Non per ultimo c'è.
Per semplificare è rimasto un po' generico? No? Lo scrivere del codice legato all'intelligenza artificiale.
Ok, ma in cosa? Come vedi questi framework e' quanto questi Furet, Mork rischiano di allontanare dalla visione generale e anche dalla dalla logica che sta sotto i new kamers.
Quindi le persone che si approcciano a questo mondo quanto sono spinti dal tuo punto di vista? Studiare il framework e non andare a capire come quello che si sta facendo, purtroppo, la tendenza che la vedo molto spesso attuare.
Quindi andare direttamente sul Ue Si va bene seguisse tutorial intenso.
Roma magari per la prima volta lo può fare perché magari hai bisogno di conoscere l'ambiente e tutto il resto.
Ma come dicevo anche prima, se hai trovato una soluzione particolare, problemi molto particolari è facile che ti portano fuori strada.
Certo, perché si avvicina la prima volta, ha bisogno di soluzioni rapide con basso margine di errore, come con un basso immagine di qualità, una soluzione generica ti semplificano la vita dipende dal contesto delle risorse che è a disposizione, tanto meno male che sotto sotto tu gli algoritmi in base sono un po' uguale per tutti e non cenerete navale fatta con google sotto sotto comunque modello neurale che ti propone anche amazon e così via.
Se non sai il concetto di generale, queste sarebbero lieti.
Intraprendi non è che cambia volto, non riesci non riesce oggi stesso tutto voi tanti parametri che troppo che ti chiedono di ottimizzare se incroci quelli non è studiato quelli non puoi fare a prova di errore lì e finché non la soluzione, ecco che va bene la libreria, ma dovendo studiare questo contesto, direi settanta percento di pensiero strategico sui modelli come funzionano e così via e trenta percento poi dà la pratica da scegliete la libreria eccetera.
A questo punto ti faccio una domanda così a bruciapelo per tutti gli ascoltatori che vogliono approfondire l'argomento e' partendo da una base di conoscenza di un classico fu stack developer, quindi un po' di Giava scritta ci buttiamo in mezzo anche un po' di php e poco altro.
Qualche algoritmo sai che ne so? Qual è il percorso formativo che suggerisci per le persone che vogliono approfondire l'argomento ben poco diceva prima vuoi fare apprendimento supervisionato apprendimento non supervisionato, nel senso che se tra apprendimento supervisionato e qualcuno che ti segue la formazione quindi ci sono tutti i vari corsi Corsera, Houdini e così via, devo farti auto apprendimento, non supervisionato.
Di libri ce ne sono tanti in giro.
Mi hanno scritto una proprio pensando alle persone che vogliono entrare in questo settore, ma non hanno quelle grandissime basi matematiche, magari vengono spaventati, aprendo che vive tra una marea di formule.
E proprio cominciare a scrivere qualcosa, fare delle prove e vedere cosa succede.
Direi che comunque si non è molto difficile.
Poi di conoscenze matematiche ci vogliono giusto perché qualche termine matrice vettore e così via passa davanti.
Ma non è che devi avere per forza grandissime conoscenza approfondita, se vuoi sarebbero liberi e eccetera.
Basta che avevo dei concetti minimali su tensore e così via.
Quindi un libro di introduzione generale dell'agenzia artificiale e qualche libro sia introduttivo che non sia troppo specialistico, l'idea migliore sempre dei corsi, guardarsi programmi e nei libri, guardare l'indice e magari le prime palle pagine di assaggio.
Dopodiché sicuramente tutti i libri generale sul data Cynth verso la scienza del dato delle informazioni e così via.
Poi dipende se vuoi salvare il tuo contesto o perché magari vuoi veramente cambiare lavoro, andare a fare tutt'altro tutt'altro campo, sequestrando solo detto contesto.
Tanti libri leggeri, facili da leggere ti danno Lydia e quindi con poco tempo si può fare.
Poi se lo potevo cambiare radicalmente il settore di lavoro, allora impegnarsi in maniera più profonda, vero? Io ho diciamo, che ho dato un'occhiata al mondo.
Però ho una cosa che ho notato che un mondo molto vasto.
Cioè quando si parla di intelligenza artificiale mi vengono in mente almeno tre o quattro professioni diverse legate a quella sfera, a quel mondo dal data mai Ning alla data visualization.
Al perché prima hai parlato, no, dei vari tre steppa dell'analisi del dato è quindi pulizia, analisi e visualizzazione che sono importanti per capire quello che viene fuori.
Esatto.
Bio.
Nella mia piccola esperienza ho giocato con un tool che si chiama tool della paci fondation perché mi serviva un tool predittivo per un o una roba super semplice.
Ero incerto di applicazioni prima fare un po' di casa solo sulle persone.
Sì, esatto, il tre per quello.
E poi ci sono molto interessanti i tool per l'analisi dell'utente all'interno della del sito, quindi il comportamento dell'utente che ne so l'analisi dei pattern? Ci sono pure dei pattern comportamentali per capire se è veramente l'utente e che sta in navigando o qualcuno che ha rubato le credenziali.
Ma ci sono certi che un mondo il però devo dire che in realtà qualcosa si può fare poi molto rapidamente alla a stringersi dei requisiti l'aumentare dei requisiti.
Alla fine si deve necessariamente optare per soluzioni custom è un po' più articolate, un po' più complesse e quindi in quel caso si ha bisogno veramente di figure come come Roberto che fanno uno studio specifico non di questo tipo di ambiente.
Ti volevo fare l'ultima domanda prima di lasciarci è una domanda che si lega un po' alla poetico del nostro lavoro cnn Io mi chiedo sempre se esista o se sia necessario sviluppare un lato più forte dal punto di vista deontologico per quanto riguarda gli sviluppatori.
Dal tuo punto di vista invece qual è il rischio dell'utilizzo dell'intelligenza artificiale e quando l'intelligenza artificiale non va usata? Hai i rischi sono tanti il mio punto di vista che invece è quello che cerco di portare pendio e l'intelligenza artificiale al servizio dell'umanità, quindi che aiuti a risolvere i problemi dell'uomo non è tanto intelligenza artificiale che vuole sostituire l'umanità dei problemi sono tanti perché abbiamo problemi.
Potremmo parlare di problemi occupazionali, ma con grande i tempi, il suo uso di robot te, quindi figure di operai, ma anche del suo dramma, ma adesso anche analisti o o magari rispetto alla prima dei creatori di contenuti che non troverebbe lavoro e così via, quindi celato occupazionale in persone sostituiti dalle macchine, in questo periodo di pandemia eccetera di analisi diagnostiche fatte con questi strumenti che sperando che i margini di errore naturalmente tipo catastrofici moss battuto, il che pochi giorni fa su raitre un programma tecnologico di scudati automatici che prendo anche l'iniziativa di intraprendere un conflitto e quindi quello che potevo con tende ad andare per sembrare fantastico.
Magari le implicazioni adesso sarebbe il caso di porcile non poco le famose leggi della robotica di asimov, in cui si spera con l'europa che non agisca contro l'uomo.
Ma chi ciò garantisce e' questo che deve dal fatto che comunque ci sono degli errori, dico di calcolo di funzionamento ho qualche stroman particolarmente cattivo che magari potrebbe decidere utilizzare questi strumenti per fare del male.
Perché naturalmente c' è chiusa in legge ufficiale per fare del bene, ma che chiusa intelligenza per fare del male.
Il che però è il artificiale, uno strumento che e' naturalmente può essere usato in una direzione che nell'altra e Lindsay.
Quindi sicuramente i rischi bisogna tenerli sott'occhio per evitare che questi strumenti, invece che aiutaci a vivere meglio, ci faranno vivere peggio, non stare molto attenti.
Perché come si può creare degli strumenti che agiscono a favore o contro l'essere umano ai rischi? Ci sono e vanno studiati meglio ancora adesso che siamo ancora agli inizi, assolutamente si inizi relativamente, ma comunque non abbiamo certamente ancora stati un po' anziani.
Esatto, vi sparo rispetto magari quello che si vede ad avere roba che vende camminano in maniera autonoma.
Ancora basta solo pensare alle problematiche delle macchine a guida autonoma, sul quello che succede in quelle macchine quando con le macchine magari si trovano, deve decidere se investire una persona più o meno giovane o rispetto alla parte all'autista e così via.
Sono strumenti che impattano sulla nostra vita quotidiana e quindi il rischio che succedono dei danni che ci crea dei problemi ci sono.
Esatto, specie quando deleghiamo le decisioni sensibili verso una macchina, un algoritmo, e che poi diventa a quel punto il responsabile di quella decisione che la facciamo, un algoritmo che sbaglia.
Ci sono delle norme specifiche per quanto riguarda per esempio l'attribuzione di minuti mutui e che le regole dicono che la persona ha diritto di sapere perché è stato unificato mutuo e in quel caso non puoi prendere ufficiale di polizia locale che dice sì no e non si sa spiegare perché ti ha rifiutato i processi, visto che senza i processi di selezione dei danesi del curriculum tante soluzioni dell'agenzia artificiale che analizzano il curriculum, tu cosa diversi, se dovesse sapere che la rete neurale che ha negato il lavoro perche' guardate in cui, come ha detto no, la decisione era letterale invece che la persona che sta dall'altra parte, specie poi in contesti dove le reti neurali sono trainate con dei dati e la malizia o si nasconde appunto nel set di dati di training.
Quante volte vediamo delle intelligenze artificiali che ne so, non come Cortana.
Mi sa che fosse che hanno dei e dei pregiudizi razziali piuttosto che è inglese per il discorso non disse sono sessisti.
Quindi ancora forse non siamo pronti per delegare responsabilità, ma questo dipende sempre dal fatto che si diceva prima allo sviluppo troppo veloce, la fretta di creare certe cose, a perdere il pensiero che ci dietro.
Se ci fai un po' di attenzione quando si creano certe cose, invece di correre in fretta e furia a rilasciare i prodotti nuovi, se ci fossimo pd pensiero strategico, quando si creano queste cose, allora magari tutto questo non succede.
Si potrebbe, si può evitare, invece magari la fretta di mandar via codice, sviluppare metti il prodotto sul mercato, così via in quattro e quattro otto.
E poi magari riesce pieno di barche di difetti e dopo se ne vedono la conseguenza.
Posso fare una provocazione spesso queste due, quindi se la faccio io me ne prendo le le responsabilità anche dare no, no.
Spesso questo questa questa fretta di voler rilasciare, dato anche dagli schemi modelli di business del mondo tecnologico di oggi, è che quando il mondo delle startup, il mondo rompi tutto e di quello che succede e ragazzi va bene, rompi tutto pero', poi devi anche prenderti carico dei cocci.
Deve anche capire cosa lasci dopo perché il tuo impatto nella società e' importante nel momento in cui la tecnologia non è più un giocattolo per bambini che guardano Star wars, ma è un elemento fondamentale per per tutti gli esseri di una società.
Quindi so la mia provocazione proprio da è legata ai modelli su cui basiamo lo sviluppo economico pero' apriremo dei capitoli troppo lunghi a quello che dico io è che tutti quanti dovremmo comunque leggere qualcosa conoscendo ufficiale, visto che comunque avrà un impatto sulla nostra vita.
Abbiamo tanti libri divulgativi, tanti blog, cosa leggere, almeno lo dico entrare nei dettagli tecnico matematici, ma almeno il secondo di quello che succede quello che succederà e renderci conto che avremmo comunque a che fare con quel che aveva che faccio adesso il nostro telefono cellulare strapieno di di roba di quel tipo, quindi un po' di conoscenza e anche per essere non subire quello che ci succede, ma per essere parte attiva.
Quindi un minimo di cultura delle ufficiale bisogna farla istruire le persone di divulgazione, oltre che non significa avere a che fare con le grandi formule ma consapevolezza, conoscenza oltre a millenovecento ottantaquattro, ouella, quali sono le letture che suggerisci è la che ti posso dare due tre libri divulgativi Cercava il libro mio, il libro più tecnico programmatore Mettiamo nelle nostre dell'episodio tutto insieme.
Quindi e quelle rivolte a chi vuole smanettare, provare così via.
Chi vuole invece delle riflessioni sull'intelligenza artificiale? Ti posso dare un po' di titoli da leggere? Si, adesso poi mi attrezzo ti mando il link ok menzionata delle letture generali per farti capire il contesto, le problematiche e così via.
L'altra parte di chi vuole poi fare un po' di prove.
Allora gli mettiamo nelle note dell'episodio un regalo che se me io faccio prima, perché dirlo a parole qui no, non facciamo così.
Infatti è un regalo che Roberto ci sta facendo prima di lasciarci ci ricordi i tuoi contatti come acquistare il tuo libro Dutchy come visitare il tuo blog? Dacci qualche riferimento Ma se cercate Roberto Marmo punto nette oppure che Roberto mammo su LinkedIn se vi trovate facilmente il libro si chiama dell'intelligenza artificiale Dell'editore adesso vuoi ma la mano ci metterò altri materiali.
Cercherò di renderlo ancora più interattivo.
Non sarà soltanto programmazione, ma anche riflessione, curiosità e anche un tema che sto studiando.
Questi i tempi in cui si comportavano il blocco.
E sono due la creazione dei contenuti di queste nuove forme di generazione, una sorta di hacking di studi.
Cercare di rompere questi giocattolini per anni.
I loro difetti hanno il problema di sicurezza, Bucky, che si possono saltare così via.
Anche quindi vorremmo passare così da una sorta di giocare, mettere alla prova questi sistemi, vedere quanto sono efficaci, anche trovare i punti deboli, perché magari oggi si sorpassa.
Non si pensa i punti deboli delle letterali, ma la realtà.
Si può anche imbrogliare una rete neurale con certe immagini in particolare, quindi indurre in errore e così via.
Quindi la facciamo e noi entrambi abbiamo richiesto la l'abilitazione Igp e il sigle mi perdo sempre se sei d'accordo, se sei d'accordo appena autorizzato, tanto sono sicuro che autorizzavano prima te e di me ne sono prova a metterci la firma, il criterio che magari a me non le fanno vedere, che la paura che poi le loro che che dovremmo.
Quindi se è vero che Saverio magari però dai mi piacerebbe risentirci è fare, che ne so, una youtube su Twitch dove giochiamo un po e ci aiuti a capire mettendo le mani in pasta, qualcosina in piu'.
Che ne dici se proviamo perché è importante sperimentare e non subire certe le tecnologie a la per mandare, conoscere, mettere alla prova a giocarci? Sembra lo spirito del gioco creativo che è quello che ci porta avanti come se domani, rispetto alle macchine esatte, quello che ha contraddistinto poi l'approccio a terra alla cosa non esattamente perfetto io roberto, non posso far altro che ringraziarti me, tutti i tuoi contatti nelle note dell'episodio.
Quindi se avete voglia di avete bisogno di più informazioni o consulenze in merito avete tutto nelle note.
Quindi contattate roberto, lui il ninjà di questo argomento.
Voi mi raccomando, comprate il libro.
Io adesso lo ordino perché mi ha incuriosito il fatto di andare a leggere e a capire gli algoritmi di intelligenza artificiale senza negare in matematica, visto che ero un discreto all'università in analisi.
Quindi ora puoi fare sicuramente a meno che naturalmente chi vuole creare strumenti nuovi ha bisogno di grosse basi matematiche.
Ma chi deve solo usare, che deve far funzionare? Si sia la poca, agili da non da architetto ingegnere come mi accontento di essere un un operaio.
Detto questo noi ci aggiorniamo la prossima settimana.
Io ringrazio nuovamente Roberto per il rinnovo l'invito poi un altro episodio insomma dove possiamo andare a sperimentare a giocare un po' col codice? Quando riuscirò ad attrezzare, neanche per fare qualche diretta video di qualità decente? E noi ci aggiorniamo a giovedì prossimo, non prima però di avervi ricordato i contatti.
Ti potete scrivermi ein hit via email oppure a heat brian repo tutte le puntate con le rispettive notte degli episodi le trovate su punti e dalla prossima puntata sarà attivo anche il gruppo Telegram, dove possiamo scambiarci contenuti, idee proposte in modo più semplice e più fluido.
Proprio perché notavo che la comunicazione all'interno della community con le mele con Twitter era un po' farraginosa e nulla e' l'ultima cosa da quando se l'episodio? Vi è piaciuto aggiungetelo al vostro cliente di podcast preferito? Se vi è piaciuto davvero tanto, beh, entrate su iTunes o su un laptop podcast pole lasciate una recensione, noi ci aggiorniamo la prossima settimana, sempre giovedì prossimo, anche giovedì prossimo con un nuovo ospite è nulla dal Lione e tutto alla prossima il bar il circolo dei fusti bello per una volta a settimana ci troviamo davanti a due birre e compra il repo.
Parliamo di linguaggi e tecniche di sviluppo web, di metodologie e degli strumenti immancabili nella cassetta degli attrezzi dei fusti akhdar.
Ho bisogno di una mano. Aiutami a rendere più conosciuto il nostro podcast. Parlane con gli amici o con i colleghi e iscriviti usando Apple Podast o Google Podcast. Questa tua azione ci aiuterà a salire nella classifica dei podcast di tecnologia ed essere utili anche a qualcun’altro. Se non ti va, amici come prima😄